“Prepariamoci. Casi come quello del centro estivo dove un’operatrice è risultata positiva costringendo alla quarantena precauzionale quattro bambini potranno essere ricorrenti nell’anno scolastico che ci stiamo approntando ad affrontare. L’importante è essere preparati, avere protocolli chiari, che ancora stiamo aspettando per altro, e soprattutto la collaborazione di tutti: in primis i genitori pur comprendendo l’ansia e le preoccupazioni di questa fase, la più delicata dalla fine del lockdown. Chi pensa che non succederà mai, che sia possibile un rischio zero nelle nostre scuole, a Pietrasanta come nel resto d’Italia, sta dicendo una grande falsità. Dobbiamo essere preparati e concreti”: così il sindaco di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti commenta la riapertura del centro estivo della sua città 24 ore dopo la conferma di un caso di positività. “Questo caso va utilizzato come test per il futuro. Dobbiamo farne tesoro. – analizza ancora – I nostri bambini devono poter andare a scuola e ritrovare una normalità, tutto questo è possibile, ma servirà grande prudenza e un rispetto dei protocolli responsabile. Dobbiamo convivere con il rischio contagio ma non deve paralizzare le nostre vite e la nostra ordinarietà”.