“Neri dovrebbe dire oggi dove vuole realizzare il centro di accoglienza che vorrebbe far gestire al comune e che prevede, secondo i parametri, l’arrivo dai 75 ai 105, richiedenti asilo. Lo dica a tutti perché siamo curiosi. Ma dovrebbe soprattutto dirlo a chi si fa il mazzo, dalla mattina alla sera, per portare a casa uno stipendio per mandare avanti la famiglia, a chi sta aspettando una casa da anni e vive di sussidi, a chi si trova scavalcato, nella gerarchia della sanità, dai migrati, a chi viene continuamente molestato ai parcheggi e ai mercati, fuori dai negozi, nella strada da chi già viene sostenuto con la diaria da migrante ma che alimenta il commercio abusivo e l’insicurezza. Le porte del nostro paese le ha aperte di suo partito, il Partito Democratico, e non certo noi. Dovrebbe spiegare a tutti noi quello che vuole fare perché non possiamo tollerare che Pietrasanta diventi come Seravezza. L’idea del centro civico al Crociale è un’idea del centro destra che lui ha semplicemente scopiazzato non sapendo, fino ad alcune settimane fa, dove è ubicato quel complesso”:

è la replica di Alberto Giovannetti, candidato sindaco del centro destra al candidato del centro sinistra, Ettore Neri.

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi