“L’esperienza deve essere di insegnamento. Deve guidarci a non sottovalutare più il Covid. Il declassamento da zona ad alto rischio a rischio intermedio per la Toscana, e quindi anche per il nostro comune, non significa che non dovremo più indossare la mascherina o distrarci dalle precauzioni, ma che questa piccola libertà dovremo continuare a meritarcela soprattutto nelle prossime settimane. L’imperativo categorico è evitare una terza ondata”: così il sindaco di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti commenta il ritorno da domenica 6 dicembre alla Toscana in zona arancione. “Il Prefetto di Lucca ha rappresentato bene e con lucidità la situazione attuale ma anche la prospettiva se non saremo rigidi nel rispettare le regole. La serietà e la responsabilità individuale faranno la differenza”.

Il primo cittadino di Pietrasanta ha trascorso un lungo periodo di quarantena dopo aver riscontrato la positività al Covid. “Io sono stato fortunato. – ammette – Ma molti miei concittadini non lo sono stati. E’ per rispetto di chi ha sofferto veramente che dobbiamo continuare a tenere alta l’attenzione. Mi auguro che il trend di decrescita prosegua in modo da raggiungere l’obiettivo della Toscana zona gialla. Ma anche all’ora, e soprattutto all’ora, non dovremo abbassare la guardia”.

 

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi