“Non comprate online, fate acquisti sotto casa nei negozi e nelle botteghe sotto casa”: a rilanciare l’invito, dopo quello di alcune settimane fa, è il sindaco di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti. Il primo cittadino rilancia l’appello di Confcommercio. “Questa pandemia sta arricchendo le piattaforme di vendita online che non pagano le tasse in Italia e stanno togliendo giorno dopo giorno fiato ai piccoli negozi e alle botteghe sotto casa che sono già in grandissimo affanno a causa delle restrizioni. La ricchezza commerciale della nostra città è legata alla varietà e alla presenza di tanti magnifici negozi grandi e piccoli che unite all’iperattivismo culturale ed artistico e al turismo creano un cerchio virtuoso di cui beneficiamo tutti. Questo è il momento di scegliere con la testa: le città, senza le luci dei negozi, muoiono. Si impoveriscono da ogni punto di vista: economico, sociale, umano, spirituale. Ciascuno di noi può fare la differenza”. Negli scorsi giorni il Comune di Pietrasanta ha pubblicato sul sito www.comune.pietrasanta.lu.it la lista (in aggiornamento) delle attività che effettuano asporto e consegna a domicilio. “La nostra amministrazione – spiega – sta mettendo a disposizione delle imprese cittadine questo spazio di pubblica utilità, che si è già dimostrato molto utile negli scorsi mesi, per aiutare i cittadini ad avere una mappatura il più completa possibile delle attività che fanno consegne o asporto. I negozi di vicinato sono presidi indispensabili per molti cittadini soprattutto nelle frazioni e nelle piccole comunità. Dietro ogni impresa ci sono una o più famiglie che la comunità ha il dovere di sostenere”.

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi