“La richiesta di revisione dell’Aia e del parere igenico sanitario rappresenta un atto chiaro e diretto nei confronti della Regione Toscana. Se non un atto di guerra poco ci manca. Pietrasanta è l’unico soggetto pubblico in campo che sta rispettando le aspettative dei cittadini. Il nostro sindaco, Giovannetti sta facendo quello che ha promesso e soprattutto con i modi che aveva detto in campagna elettorale che sono nella legalità e nella concretezza degli atti amministrativi. Chi tenta, ancora, di apporre bandiere su Cava Fornace non ha ancora capito che l’obiettivo di trasparenza e chiarezza, è un obiettivo comune. Chi crede in questo obiettivo si unisca a noi”: lo scrivono i consiglieri comunali di Forza Italia, Gabriele Marchetti ed Irene Nardini all’indomani della richiesta di riesame dell’Aia da parte dell’amministrazione comunale guidata da Alberto Stefano Giovannetti. “Tutti continuano a dire che il sito va chiuso – spiegano i due coniglieri – ma poi c’è solo la nostra amministrazione che fa gli atti ed i fatti. Eppure la presenza del sito non riguarda solo Pietrasanta. Non mi pare che ci sia lo stesso atteggiamento da parte di altri che continuano ad additare senza però muovere un dito. La Regione Toscana deve mettere in condizione la comunità della Versilia interessata dalla presenza del sito di avere tutte le informazioni di cui ha bisogno. Se il sito è pericoloso va chiuso. Chi continua a promettere che deve essere chiuso subito, domani, sta dicendo solo delle fesserie. A tutti i soggetti interessati chiediamo più fatti e meno chiacchiere”.

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi